Museo dello Sport Illustrato

E’ stato l’ex portiere azzurro Ricky Albertosi, il 12 maggio 2013, a tagliare il nastro dell’interessante e originale “Museo dello Sport Illustrato” allestito in un’ala dello storico Palazzo Marinozzi. Nel suo interno foto di giocatori, biciclette di campioni, magliette di Coppi e Bartali, del marchigiano Gismondi di Montegranaro, assieme all’atmosfera del passato, ricreata con l’interno di un bar di una volta con l’enorme televisore anni sessanta con le immagini in bianco e nero che a volte traballano, il bigliardino, il telefono a  gettone, le schedine per giocare al totocalcio, il giornale il Totocalcio del 1950, riviste, ritagli di giornali. Insomma un allestimento gradevolissimo ed efficace degno di un set di Cinecittà per girare un film d’epoca.

Artefice il poliedrico Paolo Marinozzi, appassionato di musica, cinema e sport allo stesso modo, che in svariati decenni ha portato a Montecosaro, dalla capitale e dagli Usa, tanti personaggi del mondo della celluloide, dello spettacolo e dello sport.

Proprietà privata, l’accesso al Museo è possibile solamente attraverso visite guidate su prenotazione.

Recapito:
Porta San Lorenzo – Palazzo Marinozzi – Via G. Mazzini 64
Cellulare +39 334 238 193 7

Annunci